CAPPERICAPPERICAPPERICAPPERI

Il Cappero di Pantelleria

Il cappero coltivazione tipica dell’Isola, è coltivato a piccolo globo basso ed i germogli che ne derivano hanno un andamento strisciante sul terreno. 
I capperi a Pantelleria vengono coltivati nei terrazzamenti molto spesso li troviamo a ridosso dei muretti che delimitano le particelle.
Il terreno di origine vulcanica conferisce al cappero di Pantelleria un gusto e un’aroma unica che non si trova in altri provenienti da altre parti del mondo: per questo sono riconosciuti di qualità superiore e dal 1993 hanno il riconoscimento I.G.P.
 
Il cappero è infiorescenza infatti viene raccolto prima che fiorisca; 
la raccolta si svolge da maggio a settembre con cadenza settimanale.

I capperi  dopo la raccolta  e i vari processi di salatura, vengono opportunamente suddivisi nei vari calibri in piccoli, medi, grandi e confezionati  sotto sale in buste di varie dimensioni.
Le varie pezzature trovano usi diversi in cucina. 
I piccoli  molto pregiati e si utilizzano principalmente per condire  insalate, pizze antipasti e piatti crudi in genere.
I medi hanno un più ampio utilizzo in quanto possono essere usati nelle salse e nella preparazione di primi piatti e secondi a base di carne o pesce;
I grossi sono da utilizzare prevalentemente tritati il loro gusto è più deciso rispetto agli altri.

Importante da non sottovalutare i capperi hanno diverse proprietà  benefiche.
vedi link
I capperi sono l’ingrediente principale di alcuni nostri Patè.
La nostra azienda da novembre 2017 ha disponibilità di capperi certificati Biologici.